Come fotografare e fare video ai piatti del ristorante per conquistare i clienti

Il momento culinario che tutti noi viviamo al ristorante immersi tra aromi, sapori e profumi ovvero la classica esperienza che conosciamo bene, nel corso degli ultimi anni è stata sempre più influenzata dall’utilizzo dei social media. La realtà dei piatti si unisce a quella virtuale.

Groupon, uno dei colossi nel settore degli acquisti online ha commissionato alla Doxa una ricerca* molto interessante che va ad indagare a fondo come i social media hanno innovato, trasformato e rivoluzionato il modo di vivere, come dicevamo sopra, l’esperienza culinaria ai clienti dei locali.

Il legame ovvero le interazioni che si sono venute a creare tra locali e clienti sono dovute al fatto che oramai lo smartphone è sempre con noi in ogni momento della giornata.

Come utilizzano i social gli italiani al ristorante?

Dai dati analizzati emerge che 7 italiani su 10 ovvero il 70% sono soliti scattare delle foto al ristorante. Vediamo in dettaglio cosa fotografano e condividono nei social media: il 51% immortalano i piatti appena usciti dalla cucina, il 28% scatta i consueti selfie con gli altri amici al tavolo ed il 21% le foto degli interni/esterni del ristorante in maniera da comunicare ai propri contatti il locale scelto.

Le foto e video possono influenzare la scelta del ristorante?

Nonostante che il 74% degli utenti si affida al passaparola (wom) dei clienti che hanno già sperimentato il ristorante (visualizzando prima di prenotare le foto da loro postate), ben il 71% degli italiani sceglie il ristorante influenzato dalle foto e video che vengono pubblicati nei canali social ufficiali del locale.

*La ricerca è stata realizzata da Doxa attraverso 2.030 interviste online su un campione nazionale rappresentativo della popolazione italiana adulta di 18-74 anni, che mangiano fuori casa almeno 1 volta al mese.

L’importanza della Food Photography nella ristorazione

La Food Photography ovvero la realizzazione di scatti fotografici professionali dei piatti e più in generale del cibo si può applicare a qualunque tipologia di locale del mondo della ristorazione.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo della Food Photography?

  • Conquistare l’attenzione dei potenziali clienti.
  • Infondere maggior fiducia: un ristorante con delle belle foto sarà più credibile agli occhi degli avventori del locale.
  • Trasmettere la storia del locale, mostrare gli ingredienti freschi utilizzati e presentare il menù in maniera più accattivante.
  • Un sito internet con delle foto di qualità permetterà di attirare gli utenti che stanno effettuando delle ricerche sui motori di ricerca.
  • Miglioramento del posizionamento delle foto (SEO).
  • Aumentare la notorietà (brand awareness) del ristorante.

Come fotografare e fare video ai piatti del ristorante per conquistare i clienti

  1. Innanzitutto il piatto va impiattato rispettando lo stile del ristorante che lo propone. Se si tratta quindi di un locale informale le immagini dei piatti potranno essere semplici mentre nel caso di ristoranti gourmet le fotografie delle portate dovranno essere ricercate/raffinate.
  2. La scelta della luce ottimale è fondamentale. Se vogliamo veramente emozionare i clienti dobbiamo utilizzare per le foto e video dei piatti la luce naturale che è quella giusta e che li renderà più appetitosi. Il momento migliore della giornata per fotografare e girare i video è durante la mattina in quanto la luce è meno intensa e minimizza la presenza di ombre che andrebbero a rovinare gli scatti/video. Se proprio siete costretti a scattare in altre ore dove la luce è molto forte utilizzate delle tende o fogli di carta per attenuarla. Un ultimo consiglio è quello di posizionarvi perpendicolarmente alla luce in maniera da poter sfruttare la luce laterale.
    Nel caso in cui la luce naturale non sia disponibile optate per un set illuminato da riflettori a luce diretta bianca (luce artificiale).
  3. La scelta della migliore angolazione per lo scatto è un altro aspetto importante da tenere in considerazione. Anche se normalmente è consigliata un’angolazione di 45 gradi che non è altro il pov cioè il punto di vista del cliente seduto al tavolo, il nostro consiglio è quello di scattare molte foto utilizzando tutte le angolazioni possibili in maniera poi da scegliere quella o quelle in cui i piatti hanno la resa migliore.
  4. Non c’è una regola fissa circa la scelta degli sfondi ed degli altri oggetti di scena da utilizzare per rendere più coinvolgenti i piatti. Vi consigliamo di utilizzare uno sfondo chiaro così da ottenere foto più luminose mentre per quanto riguarda gli oggetti da utilizzare a corredo della portata il consiglio è quello di non eccedere inserendone troppi così da non distogliere l’attenzione dal piatto. L’importante è raggiungere l’equilibrio tra piatto, sfondo ed oggetti.
  5. L’ultima fase è quella dell’ottimizzazione delle foto e video girati, infatti a volte nonostante i nostri sforzi potrebbe capitare che il risultato non sia quello atteso così l’editing del materiale ci viene incontro e potremo migliorarlo magari aumentando la nitidezza, il contrasto, la saturazione, le ombre e molto altro ancora.

Conclusione

Le foto ed i video nella ristorazione con l’avvento dei social media sono diventati essenziali per aumentare i clienti ed il fatturato.

Come diceva mia nonna Ada, storica chef di Civitanova Marche, “si mangia prima con gli occhi”.

La guida presentata seppur breve cerca di sintetizzare come poter produrre materiale per i social media (foto e video) di buona qualità e raggiungere gli obiettivi e battere i concorrenti.